Seminario “Il nuovo Regolamento urbanistico-edilizio provinciale” - seconda edizione

Grande partecipazione sia di tecnici degli Enti Locali che di liberi professionisti, alla seconda edizione del seminario “Il nuovo Regolamento urbanistico-edilizio provinciale”, tenutosi ieri martedì 4 luglio. L’incontro è stato un’importante occasione  per dare una prima illustrazione dei principali aspetti di novità introdotti dalla normativa sulla gestione del territorio, dando evidenza agli effetti immediati e agli adempimenti conseguenti.

L’entrata in vigore del Regolamento, ha esordito il Presidente Paride Gianmoena, è frutto di un lungo percorso durante il quale sono stati effettuati numerosi incontri con il “Tavolo permanente dell’Urbanistica”, costituito da Provincia,  Consorzio dei Comuni Trentini, Ordini e Collegi professionali e categorie economiche del settore edile. Il lavoro del Tavolo ha prodotto importanti soluzioni, anche mediate tra i vari interessi, creando inoltre l’utilizzo di un linguaggio comune indispensabile per produrre una sinergia tra coloro che si occupano di urbanistica, al fine di sviluppare ulteriormente la reciproca collaborazione.

Il Regolamento, ha proseguito Carlo Daldoss, Assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa, è lo step finale di riforma che ha avuto inizio con l’entrata in vigore della Legge per il governo del territorio, dandone concreta attuazione e si pone come strumento di coesione tra le varie fonti e la frammentarietà della disciplina, sottolineando come esso risulti essere immediatamente efficace e prevalente rispetto agli strumenti urbanistici comunali.

Si è quindi proceduto con gli interventi tecnici della Dirigente del Servizio Urbanistica e Tutela del Paesaggio arch. Angiola Turella e del Direttore dell’Ufficio Affari Amministrativi – Servizio Urbanistica e Tutela del Paesaggio dott.ssa Lucia Frenguelli, le quali hanno presentato le novità apportate dal Regolamento, in particolare l’incentivazione al recupero e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, lo sviluppo sostenibile attraverso la riduzione del consumo di suolo, la semplificazione delle procedure nonché la definizione unitaria dei parametri edilizi. Successivamente, con il contributo tecnico del dott. Corrado Braito, l’attenzione si è posta su tre focus riguardanti importanti novità inerenti lo standard  di parcheggio, il contributo di costruzione e la ristrutturazione edilizia. 

Come anticipato in sala, questo sarà il primo di una serie di incontri sul tema, a partire dalla disciplina dei piani attuativi, che prossimamente saranno organizzati dall’Area Formazione del Consorzio dei Comuni, che interesseranno gli Uffici comunali e gli Ordini professionali.

Mercoledì, 05 Luglio 2017