Lo stato dell'arte

In questa pagina sono elencate le fusioni avvenute in Trentino a partire dall'anno 2015

2015 (meno 7 Comuni: 3 fusioni e 10 enti soppressi)

  • Predaia, mediante la fusione dei comuni di Coredo, Smarano, Taio, Tres e Vervò
  • San Lorenzo Dorsino mediante la fusione dei comuni di Dorsino e San Lorenzo in Banale
  • Valdaone, mediante la fusione dei comuni di Bersone, Daone e Praso

2016 (meno 33 Comuni: 18 fusioni e 50 enti soppressi)

  • Altavalle, mediante la fusione dei comuni di Faver, Valda, Grumes e Grauno
  • Altopiano della Vigolana, mediante la fusione dei comuni di Bosentino, Vattaro, Vigolo Vattaro e Centa San Nicolò
  • Amblar-Don, mediante la fusione dei comuni di Amblar e Don
  • Borgo Chiese, mediante la fusione dei comuni di Brione, Cimego e Condino
  • Borgo Lares, mediante la fusione dei comuni di Bolbeno e Zuclo
  • Castel Ivano, mediante la fusione dei comuni di Strigno, Spera e Villa Agnedo
  • Cembra Lisignago, mediante la fusione dei comuni di Cembra e Lisignago
  • Contà, mediante la fusione dei comuni di Cunevo, Flavon e Terres
  • Dimaro Folgarida, mediante la fusione dei comuni di Dimaro e Monclassico
  • Madruzzo, mediante la fusione dei comuni di Calavino e Lasino
  • Pieve di Bono Prezzo, mediante la fusione dei comuni di Pieve di Bono e Prezzo
  • Porte di Rendena, mediante la fusione dei comuni di Villa Rendena, Vigo Rendena e Darè
  • Primiero San Martino di Castrozza, mediante la fusione dei comuni di Fiera di Primiero, Tonadico, Transacqua e Siror
  • Sella Giudicarie, mediante la fusione dei comuni di Breguzzo, Bondo, Lardaro e Roncone
  • Tre Ville, mediante la fusione dei comuni di Ragoli, Preore e Montagne
  • Vallelaghi, mediante la fusione dei comuni di Terlago, Vezzano e Padergnone
  • Ville d'Anaunia, mediante la fusione dei comuni di Tuenno, Nanno e Tassullo

2019 (meno 1 Comune: 1 fusione e 2 enti soppressi)

  • Terre d’Adige, mediante la fusione dei comuni di Nave San Rocco e Zambana

2020 (meno 9 Comuni: 4 fusioni e 12 enti soppressi)

  • Novella, mediante la fusione dei comuni di Brez, Cagno, Cloz, Revò e Romallo
  • Alta Val di Non, mediante la fusione dei comuni di Castelfondo, Fondo e Malosco
  • San Michele all’Adige, mediante l’incorporazione di Faedo in San Michele all’Adige
  • Ville di Fiemme, mediante la fusione dei comuni di Carano, Daiano e Varena

Venerdì, 04 Gennaio 2019