Violazione privacy – ufficio chiuso per malattia

Titolo
Violazione privacy – ufficio chiuso per malattia
Quesito

La presente per  richiedere  un parere  in merito a presunte violazioni della privacy  per il fatto  che di  seguito si espone. In data  mercoledì 12 settembre 2012 è stato affisso  un cartello sulla porta dell’ufficio anagrafe  con la scritta  che  l’ufficio è” chiuso per malattia”.  Il personale  che  lavora  presso   l’anagrafe  era infatti  assente, una per una giornata di  ferie richiesta qualche settimana prima, l’altra per malattia dal lunedì  10 settembre. Si è richiesto alla dipendente  in ferie  di rientrare ma non le era possibile per esigenze  famigliari programmate e per  le quali la dipendente aveva richiesto proprio  quel giorno di ferie, regolarmente concesso in quanto il servizio poteva essere assicurato dalla collega. Si è quindi indicato sul  cartello la  causa prevalente ovvero   il fatto che l’ufficio  veniva chiuso in quanto   la persona che  teoricamente avrebbe dovuto assicurare il servizio era in malattia. La motivazione veniva esposta in assoluta buona fede, senza alcuna polemica e forse con  un  eccesso di zelo  in trasparenza.  Rispetto all’utenza esterna  nessuna informazione veniva  offerta  su chi delle due dipendenti fosse malata. Peraltro  per le emergenze  l’utenza poteva rivolgersi al servizio segreteria. Il giorno dopo la dipendente  in malattia   ha ritenuto comunicare  che il cartello era lesivo della sua privacy e  la minoranza  ha  presentato interrogazione. Si richiede  un parere  o assistenza  nella formulazione della risposta considerando  che essa  va presentata  e letta  in consiglio comunale e che pertanto su pone un problema di privacy anche in quella sede.

Parere espresso

L'art. 22 comma 8 del d.lgs. 196/2003 prescrive che "i dati idonei a rivelare lo stato di salute non possono essere diffusi".L'art. 19 comma 3 bis 2 cpv del d.lgs. 196/2003 prescrive che "non sono invece ostensibili, se non nei casi previsti dalla legge, le notizie concernenti la natura delle infermità e degli impedimenti personali o familiari che causino l'astensione dal lavoro...".L'affissione alla porta dell'ufficio comunale di un cartello con la scritta "chiuso per malattia" rappresenta una illegittima diffusione di dati personali.Il fatto che i dipendenti assegnati all'ufficio siano due, rende evidente l'identificazione dei soggetti cui tale informazione si riferisce.    

Area di competenza
Innovazione
Servizio Offerto
Servizio privacy e amministrazione trasparente
Data di inizio pubblicazione
09/07/2015
Data
09/07/2015

Giovedì, 09 Luglio 2015 - Ultima modifica: Venerdì, 10 Luglio 2015