Le nuove tecnologie per stimolare il senso di comunità

Il confronto promosso a Ville d'Anaunia

I Sindaci trentini hanno presentato le loro esperienze con le piattaforme di ComunWeb: "Favoriscono la trasparenza, il coinvolgimento e stimolano l'interesse della popolazione"

Le piattaforme di ComunWeb sono state al centro dell’incontro dedicato ai primi cittadini, giunti a Ville d’Anaunia dalle diverse valli del Trentino per un confronto sulle esperienze maturate sul territorio. La considerazione che ha fatto da sfondo agli interventi dei sindaci è che gli strumenti digitali non “raffreddano” il rapporto tra amministrazione e cittadini, ma favoriscono piuttosto la trasparenza, il coinvolgimento e stimolano l’interesse della popolazione.

L’appuntamento è stato ospitato nella cornice di Casa Grandi a Tuenno, struttura che prossimamente diventerà municipio di Ville d’Anaunia, Comune nato un anno e mezzo fa dalla fusione delle municipalità di Nanno, Tassullo e Tuenno. Qui, l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Francesco Facinelli ha adottato tre degli strumenti offerti dal Consorzio dei Comuni Trentini che all’incontro era rappresentato dal responsabile dell’Area Innovazione Walter Merler. “Quando si vive in un piccolo Comune, il rapporto con Sindaco e Assessori è semplice e immediato: li si incontra in piazza, gli si fa una telefonata e tanto basta per sollecitare la soluzione di eventuali problematiche - ha osservato l’Assessore alla Comunicazione del Comune di Ville d’Anaunia Romina Menapace -. Quando le dimensioni dell’ente diventano però più importanti, non è possibile garantire alla cittadinanza di continuare su questa strada, e le nuove tecnologie sono un aiuto al quale la nostra Amministrazione ha guardato con favore sin dal suo insediamento”. Ecco dunque che i residenti negli otto paesi del Comune di Ville d’Anaunia è stato dapprima proposto SensorVille, poi Dimmi e infine - poche settimane fa - SpaziComuni: “Si tratta di strumenti che hanno favorito la nascita della comunità del nuovo Comune, perché favoriscono la conoscenza e il confronto” ha concluso Menapace.

Carlo Daldoss, Assessore provinciale alla coesione territoriale e agli enti locali, ha evidenziato come anche nel settore delle tecnologie digitali le Amministrazioni trentine dimostrino di essere protagoniste dell'autogoverno: “La tecnologia, se ben usata è un investimento che consente un giusto mix tra uso di nuovi strumenti e relazioni fra le persone”. In un’epoca di cambiamenti come quella che stiamo vivendo, secondo il Presidente della Comunità della Val di Non Silvano Dominici “le piattaforme digitali messe a disposizione dal Consorzio dei Comuni Trentini favoriscono una maggiore vicinanza tra amministratori e cittadini”. Per proporre nuovi servizi digitali - che nascono peraltro dalle esigenze reali dei Comuni - c’è però bisogno di dipendenti e amministratori smart, come ha affermato Walter Merler: “I nostri prodotti sono open source e vengono guardati con interesse anche nel resto d’Italia”.

Clicca QUI per ascoltare l'intervento dell'assessore Daldoss   

Via dunque alle testimonianze dei sindaci. Il primo cittadino di Ala Claudio Soini ha presentato la piattaforma OpenAgenda , che il suo Comune ha adottato in anteprima assoluta con ViviAla: si tratta di un calendario digitale dedicato agli eventi, alle attività e ai dati del territorio. Un servizio che valorizza l’impegno delle associazioni locali e strizza l’occhio ai turisti: in prospettiva può diventare la principale fonte informativa di dati e informazioni riguardanti non solo gli eventi, ma anche i profili delle diverse associazioni. “In questo modo si favorisce una migliore organizzazione, evitando sovrapposizioni. In più, le informazioni vengono raccolte sul portale nazionale ed europeo degli open data e vanno ad alimentare il portale di riferimento della cultura in Trentino”.

Il Sindaco di Predaia Paolo Forno ha invece parlato della propria esperienza con la piattaforma SensorCivico , dedicata alle segnalazioni e ai suggerimenti che i cittadini possono proporre accedendo direttamente al sito ufficiale del Comune: “Questo canale sta andando a sostituire altri strumenti (social e telefonate) che servono a richiamare l’attenzione degli amministratori ed è utilizzato dalle Consulte oltre che dai semplici cittadini - ha spiegato Forno -. La tracciabilità e la trasparenza sono gli aspetti innovativi di SensorPredaia, con il quale gli Uffici e l’Amministrazione si sono messi in gioco investendo le proprie energie”.

Tre Ville è invece Comune pilota dove l’Amministrazione guidata dal Sindaco Matteo Leonardi ha lanciato la Stanza del Cittadino , che velocizza l’espletamento delle pratiche burocratiche consentendo ai cittadini ad esempio di richiedere certificati, comunicare l’autolettura del contatore dell’acqua e persino iscrivere i figli all’asilo direttamente da casa. E in caso di necessità è possibile persino chattare con i dipendenti comunali: “La tecnologia offre una grande opportunità ai censiti, e consente alla Pubblica Amministrazione di stare al passo con i tempi. Trasparenza ed efficienza sono imprescindibili” ha evidenziato Leonardi.

La parola è passata dunque il Sindaco di Ville d’Anaunia Francesco Facinelli, che ha illustrato le caratteristiche del nuovissimo servizio SpaziComuni , dedicato alla prenotazione di sale e palestre comunali, oltre che di attrezzature pubbliche o di proprietà delle associazioni: “Tutti possono accedere al calendario delle prenotazioni e individuare quale sia la migliore soluzione per le proprie iniziative. Le tariffe contenute nel regolamento comunale sono presentate in modo chiaro e prossimamente sarà possibile effettuare online gli eventuali pagamenti”. 

Le piattaforme illustrate e sperimentate sono rese disponibili dal Consorzio dei Comuni per tutte le amministrazioni del territorio provinciale e costituiscono opportunità importanti per i comuni del Trentino, come ha ricordato Daldoss in chiusura di serata, sottolineando che tali esperienze permettono il confronto e la partecipazione responsabile, aspetto fondamentale in un tempo in cui le decisioni devono essere condivise fra amministratori e cittadini per costruire in modo autentico ogni comunità.

Domenica, 25 Giugno 2017 - Ultima modifica: Giovedì, 29 Giugno 2017