Pratiche Edilizie Online (PEO)

Verrà presentato venerdì 20 luglio 2018 alle ore 17.30 presso la Sala Degasperi del Consorzio dei Comuni Trentini il nuovo applicativo Pratiche Edilizie On-line (PEO).

L’applicativo, frutto della collaborazione tra Assessorato provinciale all’Urbanistica e Consorzio dei Comuni Trentini, garantisce l’interconnessione tra applicazioni già presenti e diffuse presso gli Enti Locali (ComunWeb, GIScom) con servizi infrastrutturali oggi disponibili a livello provinciale (CPS/CNS/SPID), favorendo la cooperazione dei processi amministrativi attraverso il Sistema pubblico di connettività.

Inserendosi nel processo di dematerializzazione dei documenti e dei procedimenti amministrativi, il progetto è stato realizzato con il sostegno finanziario della PAT in coerenza con il percorso metodologico seguito in questi ultimi anni dal Consorzio dei Comuni Trentini per la promozione di prodotti informatici progettati e realizzati, secondo le direttive dell’Agenzia per l’Italia Digitale (Agid) e del relativo Piano Triennale dell’Informatica per la PA 2017 – 2019.

Una nuova modalità, quindi, “cittadino-centrica”, per la gestione on-line della compilazione della richiesta di atti autorizzativi SCIA, per l’inoltro telematico di eventuali allegati e per la successiva acquisizione automatica della pratica direttamente al personale tecnico dell’edilizia privata, consente – in modalità on line - una totale integrazione tra i tecnici comunali, progettisti e privati cittadini per lo scambio di documenti e la verifica dello stato di avanzamento delle pratiche proposte.

L’applicativo rende disponibile anche un sistema gestionale di back office nel quale il tecnico comunale può visualizzare i documenti allegati alla pratica in formato digitale per verificare la completezza delle informazioni fornite e compilare le informazioni tecniche legate alla pratica, lasciando al professionista e al cittadino la possibilità di consultazione on line dello stato della pratica e di seguirne tutto l’iter burocratico.

I vantaggi per il cittadino sono:

  • la semplificazione e la velocizzazione dell’iter procedurale, attraverso smartphone e la certezza di aver operato correttamente mediante la ricezione di puntali notifiche relativamente allo stato di avanzamento della pratica da parte della PA;
  • il controllo in tempo reale e con tempi certi delle informazioni relative alla propria pratica, all’interno di un ambiente sicuro attraverso SPID (Stanza del Cittadino);
  • la riduzione della “fisicità” del rapporto con le amministrazioni (maggiore praticità), con la possibilità di avviare un procedimento autorizzativo, di consultare lo stato di avanzamento delle pratiche, di verificare il rispetto dei tempi procedurali direttamente dall’ufficio o da casa;
  • la possibilità per i professionisti di consultare e stampare dati;
  • il miglioramento della comunicazione.

I vantaggi per l’amministrazione comunale sono:

  • la progressiva riduzione di operazioni manuali, quale la trascrizione di dati ed il confronto di informazioni tra sistemi informativi diversi o tra supporti diversi (digitale e cartaceo) con considerevole riduzione del margine di errore;
  • la disponibilità di informazioni aggiornate in tempo reale con l'aumento della qualità e delle performance dei servizi;
  • l'abbattimento dei tempi di lavoro dedicati al front-office dello sportello fisico;
  • l'opportunità per rivedere la propria modulistica, in un'ottica di semplificazione amministrativa; una volta preparati, i moduli possono essere utilizzati anche da altri comuni, consentendo significative economie di scala sui costi di avvio del progetto e di successivo adeguamento normativo;
  • l’occasione per presentarsi al cittadino come una PA più trasparente e in linea con i principi dell’Open Government.

Martedì, 10 Luglio 2018