Cerca nel sito:

ricerca avanzata »

Home / Personale / Pareri / retribuzione / Assegno nucleo familiare

 

Personale

Assegno nucleo familiare

Data pubblicazione : 01/06/2008

In riferimento al quesito proposto relativo alla determinazione dell'assegno per il nucleo familiare si precisa quanto segue.

L'assegno al nucleo familiare è una prestazione a sostegno delle famiglie con redditi inferiori a determinati importi stabiliti anno per anno dalla legge.

L'assegno è determinato in base al reddito del nucleo familiare e al numero di familiari che lo compongono.

Per la determinazione del se e del quanto spetta si dovrà pertanto procedere a verificare:

  1. qual è il reddito complessivo della famiglia
  2. quanti sono i famigliari che la compongono.

Il reddito della famiglia è dato dalla sommatoria di tutti i redditi prodotti dal nucleo familiare intendendo con ciò i redditi complessivi assoggettabili all'Irpef: redditi da lavoro dipendente, autonomo o professionale, redditi d'impresa, pensioni e vitalizi, redditi da terreni e fabbricati ecc. I redditi da lavoro vanno considerati al netto dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori per legge.

I famigliari che compongono il nucleo sono determinati dalla legge e sono:

- il coniuge;

- i figli legittimi o legittimati e quelli ad essi equiparati (adottivi, affiliati, naturali, legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati, nati da precedente matrimonio dell'altro coniuge, affidati a norma di legge, i nipoti viventi a carico di ascendente diretto) aventi un'età inferiore ai 18 anni. Sono equiparati agli affidati i minori "in accasamento" o in collocamento etero familiare: si tratta cioè di quei bambini affidati ai servizi sociali e collocati in una famiglia;

- i figli (ed equiparati) maggiorenni inabili che si trovano, per difetto fisico o mentale, nella assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un lavoro proficuo;

- i fratelli, le sorelle e i nipoti del richiedente minori di età - o maggiorenni inabili - a condizione che siano orfani di entrambi i genitori, non abbiano diritto alla pensione ai superstiti.

I familiari da considerare per la determinazione del reddito sono gli stessi da considerare quali componenti del nucleo.

In conclusione nel vostro caso l'attribuzione dell'assegno sulla base della tabella 21/A sembra corretta.

Consigliamo solamente di verificare che non esistano i presupposti per far rientrare il nucleo familiare in parola nella fattispecie delle famiglie numerose.

Ricordiamo che per il nuclei familiari con almeno 4 figli (rientrano in tale tipologia i nuclei con figli di età inferiore ai 26 anni indipendentemente dal carico fiscale, dalla convivenza, dallo stato civile e dall'attività lavorativa) sono considerati per la determinazione dell'assegno, al pari dei figli minori, anche i figli di età compresa tra i 18 e i 21 anni, purché studenti o apprendisti.