Scomputo solai art. 86

Titolo
Scomputo solai art. 86
Quesito

Applicazione delle disposizioni provinciali in materia di scomputo degli indici edilizi e specificatamente in relazione ai solai di cui alla deliberazione della Giunta provinciale n. 1531 del 25 giugno 2010. La richiesta di chiarimento è volta a conoscere se sia possibile applicare lo scomputo dagli indici edilizi, relativamente ai solai, della parte eccedente i 30 cm convenzionali, fino ad un massimo di 20 cm, non solo quando il progetto prevede la realizzazione di impianti di riscaldamento radianti a bassa temperatura a pavimento e/o a soffitto e/o per la realizzazione di sistemi di ventilazione meccanica controllata dei locali con recupero di calore, ma anche nei casi di realizzazione di opere volte al risparmio energetico, interessanti i solai, pur in assenza di simili impianti.

Parere espresso

Allo scopo di rispondere al quesito, occorre fare riferimento alle disposizioni legislative sopra richiamate, rammentando che l’art. 86, comma 3, lett a) demanda alla Giunta provinciale la definizione dei criteri di scomputo degli indici edilizi. La conseguente deliberazione della G.P. n. 1531, del 25 giugno 2010, per i solai, stabilisce che: “non è computata la parte eccedente i 30 cm convenzionali, fino ad un massimo di 20 cm (all’intradosso o all’estradosso) per la realizzazione di impianti di riscaldamento radianti a bassa temperatura a pavimento e/o a soffitto e/o per la realizzazione di sistemi di ventilazione meccanica controllata dei locali con recupero di calore. Per il primo e l’ultimo solaio (verso sottotetti non riscaldati), in aggiunta a quanto sopra, non sarà considerata la parte eccedente i 30 cm convenzionali, fino ad un massimo di 20 cm, per motivi di isolamento termico.”. Ne consegue che lo scomputo degli indici edilizi, per un massimo di cm 20, è consentito solo nel caso siano realizzati impianti di riscaldamento radianti a bassa temperatura a pavimento e/o a soffitto e/o per la realizzazione di sistemi di ventilazione meccanica controllata dei locali con recupero di calore, escludendo quindi altre modalità o tipologie di isolazione termica. Tali altre modalità o opere volte al risparmio energetico, interessanti i solai, sono ammesse allo scomputo, nella stessa quantità massima di cm 20, solo per il primo e l’ultimo solaio (verso sottotetti non riscaldati). Al fine di un maggior chiarimento si portano i seguenti esempi:
1. edificio a più piani (tre o più solai): Lo scomputo è praticabile per il primo e l’ultimo solaio (purché il sottotetto non sia riscaldato) qualsiasi sia la modalità di isolamento termico. Per i solai intermedi si applica lo scomputo solo in caso di realizzazione di impianti di riscaldamento a pavimento o a soffitto (all’estradosso o all’intradosso);
2. edificio con due solai: Lo scomputo è praticabile per ambedue i solai (purché il sottotetto non sia riscaldato) qualsiasi sia la modalità di isolamento termico.

Data di inizio pubblicazione
28/07/2014
Data
28/07/2014

Lunedì, 28 Luglio 2014 - Ultima modifica: Martedì, 23 Agosto 2016

Questionario di valutazione