Quesito su funzioni di Polizia Locale.

Titolo
Quesito su funzioni di Polizia Locale.
Quesito

Questo Comune non fa più parte della gestione associata per la Polizia locale ed è sprovvisto di personale avente qualifica di “Agente di Polizia locale”.

 

Si chiedono risposte ai seguenti quesiti:

 

quale figura all’interno del Comune è abilitata ad elevare le contravvenzioni relative alla mancata osservanza di quanto previsto dai regolamenti comunali (ad es. Polizia locale) e dal Codice della Strada?

 

quale figura è abilitata ad effettuare gli accertamenti anagrafici?

 

quale figura è abilitata ad assumersi i compiti che leggi e regolamenti indicano quali propri della Polizia locale?

Parere espresso

Ai sensi dell’art. 13 comma 4 L. 689/1981, infine <All'accertamento delle violazioni punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro possono procedere anche gli Ufficiali e gli Agenti di polizia giudiziaria, i quali, oltre che esercitare i poteri indicati nei precedenti commi, possono procedere, quando non sia possibile acquisire altrimenti gli elementi di prova, a perquisizioni in luoghi diversi dalla privata dimora, previa autorizzazione motivata del pretore del luogo ove le perquisizioni stesse dovranno essere effettuate>. La norma citata, affidando la competenza generale all’accertamento delle violazioni amministrative agli Agenti ed Ufficiali di p.g., fa espresso rinvio agli appartenenti agli altri Corpi di Polizia dello Stato.

 

Peraltro, ai sensi del comma primo, lett. c), art. 57 c.p.p., <Salve le disposizioni delle leggi speciali, sono ufficiali di polizia giudiziaria…c) il sindaco dei comuni ove non abbia sede un ufficio della polizia di Stato ovvero un comando dell'arma dei carabinieri o della guardia di finanza>. Nel caso in esame, come enunciato nel quesito, non trovando sede nè una stazione CC nè un posto di PS, la qualifica di ufficiale di p.g. è rivestita dal Sindaco del Comune.

 

In materia di Codice della Strada, l’art. 11 elenca gli Organi cui compete l’espletamento dei servizi di polizia stradale: a) in via principale alla specialità Polizia Stradale della Polizia di Stato; b) alla Polizia di Stato; c) all'Arma dei carabinieri; d) al Corpo della guardia di finanza; d-bis) ai Corpi e ai servizi di polizia provinciale, nell'ambito del territorio di competenza; e) ai Corpi e ai servizi di polizia municipale, nell'ambito del territorio di competenza; f) ai funzionari del Ministero dell'interno addetti al servizio di polizia stradale; f-bis) al Corpo di polizia penitenziaria e al Corpo forestale dello Stato, in relazione ai compiti di istituto.

 

L’art. 12 comma 2 statuisce che <l'espletamento dei servizi di cui all'art. 11, comma 1, lettere a) e b), spetta anche ai rimanenti ufficiali e agenti di polizia giudiziaria indicati nell'art. 57, commi 1 e 2, del codice di procedura penale>. L’art. 11 chiarisce che <costituiscono servizi di polizia stradale: a) la prevenzione e l'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale; b) la rilevazione degli incidenti stradali>.

 

In relazione alle violazioni delle disposizioni del Codice della Strada, l’art. 12 comma 2 statuisce che <l'espletamento dei servizi di cui all'art. 11, comma 1, lettere a) e b), spetta anche ai rimanenti ufficiali e agenti di polizia giudiziaria indicati nell'art. 57, commi 1 e 2, del codice di procedura penale>. L’art. 11 chiarisce che <costituiscono servizi di polizia stradale: a) la prevenzione e l'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale; b) la rilevazione degli incidenti stradali>. Il comma successivo, consente, previo superamento di idoneo esame di qualificazione, di conferire la potestà di accertare le violazioni in materia di circolazione stradale e la tutela/controllo sull’uso delle strade di proprietà dell’ente da cui dipendono altresì al personale degli uffici comunali competenti in materia di viabilità. Ai sensi dell’art. 17, comma 132, L. 127/1997, inoltre, il Sindaco può conferire le funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta a dipendenti comunali.

 

            Per quanto attiene infine la competenza in materia di accertamenti anagrafici, il DPR 223/1989, all’art. 19, comma 2, precisa che <gli accertamenti devono essere svolti a mezzo degli appartenenti ai corpi di polizia municipale o di altro personale comunale che sia stato formalmente autorizzato>.

           

            Venendo, in conclusione, a trattare i compiti propri della Polizia locale, questi sono in via generale attribuibili a tutti gli agenti che rivestono funzioni di polizia, salvo limitate eccezioni quali quelle precedentemente delineate.

Data di inizio pubblicazione
14/08/2019
Data
14/08/2019

Mercoledì, 14 Agosto 2019

Questionario di valutazione