Seminari informativi sullo stato dell’arte circa l’obbligo di adesione al nodo di pagamenti PagoPA

Come noto, le Pubbliche Amministrazioni devono adempiere all’obbligo di adesione e di utilizzo del nodo nazionale dei pagamenti PagoPA; devono in altre parole completare l’attuazione della nuova modalità di pagamento elettronico di corrispettivi in favore della PA, mediante l’utilizzo di una piattaforma abilitante, PagoPa per l’appunto.

Stiamo parlando di un obbligo di legge ma, al contempo - come spesso ci preme ribadire in occasioni analoghe - di una ulteriore grande opportunità per presentare una Pubblica Amministrazione locale che desidera essere al passo con i tempi, che vuole dare il proprio contributo per ridurre il divario digitale all’interno della propria comunità e che, in definitiva, interpreta il proprio ruolo con una visione “cittadino centrica”.

PagoPA è infatti un sistema per rendere più semplici, sicuri e trasparenti tutti i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione; deve essere adottato obbligatoriamente da tutte le Pubbliche Amministrazioni e dagli altri soggetti obbligati per legge e da un numero crescente di Banche e di istituti di pagamento (Prestatori di Servizi a Pagamento - PSP).

PagoPA è previsto in attuazione dell’art. 5 del C.A.D. (Codice dell’Amministrazione Digitale) e dal D.L. 179/2012.  Inoltre, le previsioni normative contenute nel Decreto legislativo 13 dicembre 2017, n. 217 (G.U. n. 9 del 12.01.2018) impongono ai PSP il divieto, oltre la data del 31 dicembre 2019, di eseguire pagamenti che non transitino per il Sistema PagoPA, ove i pagamenti abbiano come beneficiario un soggetto pubblico obbligato all’adesione al Sistema PagoPA.

Come sapete, il Consorzio dei Comuni Trentini collabora con Provincia Autonoma di Trento e Trentino Digitale per la diffusione dell'applicazione MyPay come strumento provinciale per il collegamento unico con PagoPA.

MyPay è un applicativo adottato in riuso partecipato, aperto e condiviso da: Regione Veneto, Regione Lombardia, Regione Puglia, Regione Campania, Città metropolitana di Roma, Regione Calabria. Una applicazione individuata quindi attraverso un percorso condiviso ed una precisa scelta in logica “di sistema”, che ci consente di offrire risposte concrete alle necessità degli Enti soci, rispetto al tema dei pagamenti on-line, in totale conformità a quanto previsto dal piano Triennale dell'Informatica per la PA in termini di piattaforme abilitanti.

Sappiamo che avete ricevuto e riceverete comunicazioni da parte dei Vostri fornitori per l'adeguamento e l'integrazione degli applicativi con Mypay; azioni, quest’ultime, che si innestano nell'ambito delle attività di collegamento con PagoPA. Difatti, gli applicativi software che gestiscono le entrate dell'ente devono essere collegati con Mypay, sia ai fini degli adempimenti normativi sia per beneficiare di automazioni nelle operazioni di riconciliazione con la tesoreria.

Rispetto a tale tematica, visto il numero molto elevato di richieste di chiarimenti ed informazioni pervenute in quest’ultimo periodo da parte degli Enti soci, abbiamo organizzato tre incontri informativi per rispondere alle domande circa l'impatto delle attività da effettuare e per aggiornarvi sulle ultime novità relative alle applicazioni ed alle integrazioni in essere con Mypay:

  • 11 ottobre 2019 alle ore 9:30
  • 16 ottobre 2019 alle ore 9:30
  • 18 ottobre 2019 alle ore 9:30

Slide degli incontri formativi

Venerdì, 18 Ottobre 2019

Questionario di valutazione