Assemblea dei Soci

L'Assemblea dei Soci è composta dai rappresentanti degli Enti associati : i Sindaci dei Comuni della Provincia di Trento, i Presidenti delle Comunità, i Presidenti dei B.I.M e il Presidente della Comunità delle Regole di Spinale Manez.

La costituzione, i quorum deliberativi e le funzioni dell'Assemblea dei Soci sono regolati dagli articoli 21 e ss. dello Statuto del Consorzio dei Comuni Trentini.

L’Assemblea potrà riunirsi anche in comune diverso da quello in cui si trova la sede sociale. 

L'Assemblea può essere convocata in seduta ordinaria o straordinaria. 

L'Assemblea ordinaria ha luogo almeno due volte all’anno nei tempi indicati agli articoli 15 e 17 dello Statuto.

L’Assemblea inoltre può essere convocata tutte le volte che il Consiglio di Amministrazione lo creda necessario, ovvero per la trattazione di argomenti che tanti Soci che rappresentano almeno un decimo dei voti spettanti a tutti i Soci sottopongano alla loro approvazione, facendone domanda scritta agli amministratori. In questo ultimo caso, la convocazione deve avere luogo senza ritardo e comunque non oltre trenta giorni dalla data della richiesta.

L'Assemblea ordinaria è validamente costituita quando siano presenti almeno un quinto dei voti dei Soci aventi diritto la voto e, in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei presenti. Essa delibera a maggioranza assoluta di voti presenti salvo i casi per i quali sia disposto diversamente dalla legge o dallo Statuto.

L'Assemblea straordinaria è validamente costituita in prima convocazione quando siano presenti la maggioranza dei voti dei Soci aventi diritto al voto e, in seconda convocazione, quando siano presenti almeno un quinto dei voti dei Soci aventi diritto al voto. Le deliberazioni devono essere prese col voto favorevole dei tre quarti dei voti presenti, eccettuato che per la nomina dei liquidatori per la quale è sufficiente la maggioranza relativa.

Ciascun Socio ha un solo voto, qualunque sia l'ammontare della partecipazione.

L'Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio di Amministrazione ed in sua assenza dal Consigliere più anziano del Consiglio stesso, ed in assenza anche di questi, dalla persona designata dall'Assemblea stessa, col voto della maggioranza dei presenti.

Competenze

L’Assemblea ordinaria:

  1. elegge e revoca il Consiglio di Amministrazione;
  2. procede all’eventuale nomina dei Sindaci, del Presidente del Collegio Sindacale e del soggetto deputato alla revisione legale dei conti;
  3. approva il bilancio annuale e la destinazione degli utili di esercizio o la copertura delle perdite;
  4. approva la Relazione annuale sul governo Societario;
  5. fissa l’eventuale importo del sovrapprezzo;
  6. fissa l’importo dei gettoni di presenza per gli amministratori e i compensi dei componenti del Collegio Sindacale, nonché il compenso del soggetto deputato alla revisione legale dei conti;
  7. approva i regolamenti formulati dal Consiglio di Amministrazione;
  8. stabilisce i contributi associativi annuali o altre forme di finanziamento dovute dai Soci;
  9. delibera sull’eventuale erogazione del ristorno ai sensi dell’art. 14 dello Statuto;
  10. approva la relazione previsionale annuale di cui all'art. 17 dello Statuto;
  11. può esprimere, anche nel corso dell'esercizio, ulteriori indirizzi vincolanti per la Società, finalizzati allo sviluppo di nuovi servizi o attività funzionali alle esigenze ravvisate dagli Enti Soci;
  12. delibera in ordine alla costituzione di nuove Società, all'acquisto e alla dismissione di partecipazioni Societarie da parte della Cooperativa;
  13. delibera in ordine agli acquisti di beni e servizi ed alle alienazioni di immobili, aziende e rami d'azienda ero importi superiori, per ogni operazione, al valore stabilito dalla medesima Assemblea;
  14. esprime indirizzi sulle tariffe di fruizione delle prestazioni offerte agli Enti Soci e a terzi;
  15. esprime indirizzi generali inerenti l'organizzazione della Società e dei servizi alla stessa affidati, anche individuando misure di contenimento di particolari voci di spesa o subordinando taluni atti gestionali alla propria preventiva approvazione;
  16. delibera su tutti gli altri oggetti riservati alla sua competenza dalla legge e dallo Statuto.

Sono riservate all’Assemblea straordinaria:

  • le deliberazioni sulle modifiche dello Statuto e sullo scioglimento della Cooperativa;
  • la nomina dei liquidatori e la determinazione dei relativi poteri;
  • le altre materie indicate dalla legge.

Mercoledì, 27 Febbraio 2013 - Ultima modifica: Giovedì, 22 Agosto 2019

Questionario di valutazione