13516 Santo Patrono Segnalazione da whatsapp

  • Chiusa

Buongiorno, dato che ogni Comune festeggia il Santo Patrono, cosa succederà con le fusioni? Non si potrebbe fare come in Sudtirolo (lunedì di Pentecoste) un festa a livello provinciale ?

  • Pubblicata il 29/04/2016 18:42
  • Ultima modifica del 30/04/2016 12:27
  • 1 commenti
  • 0 risposte ufficiali

Commenti

Alessandro Ceschi
30/04/2016 12:26

La ricorrenza del Santo Patrono, nonostante sia indiscutibile che rivesta un carattere di festività di “fatto”, non trova regolamentazione nella normativa sulle festività, bensì negli usi e consuetudini riconosciuti dai contratti di lavoro ai fini della sospensione dalla prestazione lavorativa; tale “festività” prende in esame il Santo Patrono della località ove è ubicato il luogo di lavoro, se prevista dai singoli contratti collettivi di lavoro. Il nuovo Comune dovrà decidere quale, tra le feste patronali, individuare quale riferimento per il nuovo Comune unico. Tale scelta potrà essere effettuata anche attraverso lo Statuto del nuovo Comune (che ricordo potrà essere approvato, prima della fusione, da parte dai Consigli dei Comuni attuali).
Le altre feste patronali rimarranno ovviamente e saranno celebrate nelle singole frazioni (ex Comuni), come già oggi accade in molte realtà trentine.
Per quanto riguarda il riferimento alla Pentecoste in Alto Adige -Suedtirol, segnalo che - a quanto a mia conoscenza - molti Comuni altoatesini hanno comunque il proprio Santo Patrono (ad esempio Moso, in Val Passiria, festeggia SS. Maria Assunta il 15 agosto; Merano San Nicolò il 6 dicembre).

Per partecipare devi iscriverti!